La punizione strana di Coventry-Everton del 1970


Il Racconto

Aspettarsi un calcio di punizione da fermo tirato in maniera fantasiosa su un prato verde inglese? Normale forse, se si trattasse di qualche asso sudamericano che milita in Premier League. Ebbene, ci stiamo riferendo ad un’azione che si vide in Inghilterra nel 1970!!

Infatti nel match Coventry City – Everton del 3 ottobre 1970 gli spettatori che sedevano sugli spalti videro una cosa incredibile della storia del calcio che non ebbe seguito. I padroni di casa vinsero per 3-1 nel match valido per la massima serie, ma una delle segnature ebbe qualcosa di speciale.

Ricevuto in proprio favore un tiro di punizione, Ernie Hunt assieme ad un suo compagno di squadra del Coventry, adottò una modalità mai vista prima. Infatti Willier Carr strinse il pallone fra le caviglie e, balzando da terra, lo scagliò verso l’alto, permettendo ad Hunt di colpirla al volo prima che la sfera ricadesse.

Il pallone terminò la sua corsa sotto l’incrocio dei pali battendo Andy Rankin portiere dell’Everton. Ironia della sorte, Hunt era un ex in quanto ceduto un paio di stagioni prima; l’allenatore dei Toffies Harry Catterick non apprezzò molto quel gesto tecnico tanto da definirlo “una cosa da circo“.

L’episodio ebbe così tanto clamore poichè trasmesso in tv nell’ambito del programma BBC Match of the Day, ed al termine della stagione la FIFA bandì per sempre dal regolamento l’imitazione di tale “impresa”.

Solo qualche anno fa Hunt vendette le sue scarpette protagoniste quel pomeriggio per 500 sterline al Quadrant Club in Coventry, un tipico pub inglese che le espone in bella vista fra i cimeli calcistici.

Fonte: Soccerdata



Foto Story

Il momento decisivo


Video Story



Condividi



Commenta