Mondiale Club 2016 - Real Madrid


Il Racconto

Il torneo, che anche in altre occasioni è stato utilizzato per sperimentare novità regolamentari, vede l'utilizzo del Video Assistant Referee (VAR). Nella semifinale fra Kashima Antlers e Atlético Nacional è stato assegnato il primo rigore tramite il VAR della storia del calcio.
Il Real Madrid ha conquistato per la quinta volta il Mondiale per club-Coppa Intercontinentale ma faticando molto più di quanto dica il risultato di 4-2 per battere i giapponesi del Kashima Antlers, inattesi sfidanti nella finale di Yokohama e risultati tutt'altro che una squadra materasso. Zinedine Zidane ha dovuto aspettare fino ai supplementari per festeggiare il terzo trofeo dell'anno, dopo la Champions League e la Supercoppa europea, grazie ad una tripletta di Cristiano Ronaldo che con un perfetto rigore e quindi due colpi ravvicinati nell'overtime ha ribaltato l'imbarazzante 1-2 che segnava il tabellone dopo pochi minuti della ripresa.
Il Real ha portato così a casa il suo 21/o titolo internazionale e il Kashima ha chiuso a testa alta, risultato quasi altrettanto importante per i giapponesi. Su tutti domina comunque, e ancora, Cr7, che chiude a suon di gol un 2016 "da sogno", tra Europeo, Pallone d'oro, Champions e trofei vari. Inutile dire che si è anche portato a casa il titolo di miglior giocatore del torneo Fifa. Il match si e' messo subito in discesa per i blancos, dato che già al 9' Benzema ha sbloccato il risultato riprendendo una corta respinta del portiere su tiro dalla distanza di Modric.
Il vantaggio ha però spento i fuochi spagnoli, convinti di aver aver fatto il più e di poter controllare l'avversario, che era di altro avviso. Con fiato, gambe e anche tecnica, il Kashima ha deciso di non arrendersi e ha trovato il pareggio al 44' con Shibasaki. L'attaccante si è ripetuto all'inizio della ripresa, lasciando di stucco il pubblico di casa. Zidane non si è agitato più di tanto, fidando nei suoi, e al 15' è arrivato il 2-2 grazie ad un penalty trasformato da Ronaldo. Nei successivi 30', il Real non ha però dato segni di risveglio, neanche con l'ingresso di Isco per Lucas, e anzi nel finale ha rischiato la clamorosa capitolazione. Ronaldo ha deciso a quel punto di mettere la parola fine, segnando all'8' e al 14' del primo supplementare su lanci-fotocopia di Benzema e Kroos. Zidane lo ha quindi richiamato in panchina per Morata, facendogli tributare i meritati onori dal pubblico, prima di lasciarsi andare ai festeggiamenti.
Va al National la finalina di consolazione dopo aver battuto ai calci di rigore l'América per 6-5.




Tutti i risultati



Foto Story



Condividi



Commenta