Supercoppa Europea 2009 - Barcellona


Il Racconto


Il Barcellona del “triplete” è inarrestabile e vince il quinto trofeo del 2009. Meritato, ma meno splendente di quelli primaverili. A Montecarlo infatti è sceso in campo un Barcellona pigro, che raramente ha messo in mostra il consueto gioco spumeggiante, e il rischio che i Campioni d’Europa potessero cadere nella trappola dello Shakhtar, reduci da una storica vittoria in Coppa Uefa, che riportava indietro nel tempo ai successi della Dinamo Kiev in Coppa delle Coppe, è stato a lungo concreto.

Per centrare l’ennesimo trionfo i catalani non devono ringraziare uno dei soliti assi, ma il giovane prodotto del vivaio Pedro, entrato a scacciare i fantasmi al posto di uno spento Ibrahimovic. Molto importante è stata l’assenza di Iniesta e la prova incolore di Xavi, che non riusciva a liberarsi della marcatura di Hubschmann, sicchè il gioco del Barcellona non trovava respiro e gli ucraini nel primo tempo sono riusciti a limitare i danni, difendendosi con ordine. Dunque, non potendo essere servito come al solito per le motivazioni citate, il tridente
blaugrana restava sterile e infruttuoso. Lo Shakhtar però alla fine della partita si chiude troppo e rischia seriamente di essere beffata nel finale da Henry, che a pochi passi dalla porta non riesce a correggere in rete un cross di Puyol.

Incapace di vincere nell’arco dei novanta minuti, il Barcellona rischia qualcosa di più nei supplementari e con l’entrata dei giovani Pedro e Krkic il gioco del Barca trova maggiori sbocchi. Tuttavia, la difesa degli spagnoli è messa a dura prova dai pericolosi contropiede del nigeriano Aghahowa, sventati comunque da Valdes.

Per risolvere il rebus una volta per tutte, ci vuole un colpo di tacco di Messi a smarcare Pedro, che con una conclusione angolata di piatto destro infrange la porta di Pyatov. Il Barcellona poteva continuare a sognare uno storico grande slam, prontamente centrato con la vittoria del Mondiale per Club.



Foto Story

Vittoria Barcellona


Condividi



Commenta