Supercoppa Europea 1999 - Lazio


Il Racconto


Anche questa edizione della Supercoppa è per certi versi storica. Dopo il trasferimento a Montecarlo dello scorso anno, questa è l’ultima finale, che presenta la vincitrice della Coppa delle Coppe defunta, dopo la vittoria della Lazio sul Maiorca a Birmingham nell’ultima finale. Dalla prossima edizione i Campioni d’Europa, saranno sfidati dalla vincitrice della Coppa Uefa.E la Lazio, con una grande prova collettiva, domina i Campioni d’Europa del Manchester United (vittoriosi in una pazzesca finale contro il Bayern Monaco, quando ormai la coppa era perduta) battendoli, con un gol di Salas in maniera più netta di quanto non dica il punteggio.Al gol di Salas bisogna aggiungere un chiaro rigore negato e un incredibile errore sempre del cileno a porta vuota. Ma tutta la Lazio ha dato una grande dimostrazione di solidità ed equilibro, alimentando continui contropiedi che hanno stordito gli inglesi.

Il primo tempo è vivace, ma non decolla. All’11’ la prima azione degli inglesi con Sheringham, anticipato da Marchigiani in
uscita a porta vuota; al 13’ bordata di Mihajlovic su punizione, mentre al 18’ Inzaghi viene toccato duro da Stam ed è costretto a uscire al 23’, sostituito da Salas. E proprio il cileno spezza l’equilibrio al 35’ girando in rete di sinistro un pallonetto di Pancaro, che Mancini, a sua volta, gli aveva deviato di testa. Il Manchester reagisce subito e Marchigiani al 41’ è chiamato a un intervento prodigioso su colpo di testa di Scholes. Al 46’ Salas viene steso in area da Van der Gouw, ma l’arbitro polacco non concede un nettissimo rigore.

Il secondo tempo è tutto della Lazio, che sbaglia occasioni clamorose come al 6’ quando Salas, innescato da Nedved, sbaglia a porta vuota. Al 31’ Stankovic mette a lato a pochi metri dalla porta e Mancini si vede negare un gran gol da una prodezza del portiere olandese. I cambi di Ferguson, che a Barcellona avevano sovvertito i pronostici, questa volta non danno i risultati sperati e il Manchester è costretto a piegarsi alla Lazio.



Foto Story

La festa della Lazio


Condividi



Commenta