Supercoppa Europea 1993 - Parma


Il Racconto


La Supercoppa 1993, propone, per la seconda volta nella sua storia, un derby fra squadre della stessa nazione. Protagonista il Milan (come anche nel primo precedente) e il Parma, alla prima apparizione nella manifestazione. Ma se i ducali hanno conquistato la finale di Supercoppa vincendo il loro primo trofeo internazionale, la Coppa delle Coppe, strappata ai belgi dell’Anversa, il Milan non dovrebbe esserci, non avendo vinto la Coppa dei Campioni (diventata, nel frattempo, Champions League). I rossoneri sostituirono il Marsiglia (campione d’Europa in carica), squalificato dall’Uefa dalle competizioni internazionali, in seguito allo scandalo che l’aveva travolto nel campionato francese.

Primo match a Parma il 12 Gennaio 1994: la vittoria dei rossoneri (firmata da Papin al 43’) in trasferta sembrava non potesse lasciare alcuna speranza al Parma in vista del ritorno, contro un Milan, che si avviava a vele spiegate alla conquista di un terzo scudetto consecutivo e di una Champions, che doveva cancellare l’amarezza subita contro il Marsiglia la stagione precedente.

Eppure il Parma, sapientemente orchestrato da Nevio Scala, firmò a Milano l’ennesima impresa straordinaria della sua storia europea. Prima pareggiarono i conti con Sensini al 67’, un 1-0 che portava le due squadre ai supplementari dopo una sfida equilibrata. Qui il roccioso centrocampista emiliano Crippa firmò un 2-0 clamoroso, che consegnava al Parma il secondo trofeo internazionale della sua storia.



Foto Story

Massimo Crippa del Parma


Condividi



Commenta