Supercoppa Europea 1991 - Manchester Utd


Il Racconto


Anche in questa edizione, la Supercoppa fu assegnata in gara unica, per motivazioni extra calcistiche. La difficile situazione politica della Jugoslavia, infatti, impediva il regolare svolgimento di una partita a Belgrado. La Stella Rossa, quindi, seconda squadra dell’est, dopo la Steaua Bucarest, a conquistare la Coppa dei Campioni, affronta in una sola gara il Manchester United all’Old Trafford.

Vincendo la finale di Coppa delle Coppe contro il Barcellona, il Manchester era diventata la prima squadra inglese a vincere una coppa europea da quando i club d’oltremanica erano state messe al bando dalle competizioni europee, dopo i tragici fatti dell’Heysel del 1985. Esilio, che era terminato proprio nella stagione 1991-92. Per il Manchester, la Supercoppa da giocare in casa era l’occasione giusta per riscattare una stagione europea iniziata non sotto i migliori auspici, visto che i red devils, erano già caduti nella trappola spagnola dell’Atletico Madrid negli ottavi di Coppa delle Coppe.

Per venire a capo della resistenza di una Stella Rossa, mai doma e abbastanza sfortunata, nella finale giocata il 19 Novembre 1991, ci volle un guizzo di McClair al 67’, che aveva ribadito in rete un bolide da fuori area di Webb, non trattenuto dal portiere Milojevic. Tutto questo non prima che, gli inglesi avessero fallito un rigore calciato dallo stesso McClair. Il Manchester vinse così al primo tentativo la Supercoppa, perché la Stella Rossa non ebbe modo di replicare in una seconda gara, inizialmente programmata per il 24 Novembre, poi annullata definitivamente dall’Uefa. perché le parti in causa non erano riuscite a stabilire una sede neutra adeguata dove disputare l’incontro. Fu anche il secondo trionfo nella manifestazione per Alex Ferguson, dopo quello ottenuto con l’Aberdeen nel 1983.



Foto Story

Brian McClair (Manchester United)


Condividi



Commenta