Supercoppa Europea 1988 - Malines


Il Racconto


L’edizione del 1988 della Supercoppa Europea metteva di fronte il PSV Eindhoven e il Malines. Gli olandesi si erano laureati Campioni d’Europa a Stoccarda, al termine di una partita di una noia mortale, vinta ai calci di rigore sul Benfica. La paura di perdere aveva caratterizzato tutto il match e reso sterile il gioco, si era badato a non incassare gol, piuttosto che a segnarli, facendo decidere tutto alla lotteria dei calci di rigori. Una finale raggiunta, tra l’altro, faticando oltre il lecito, nei quarti e in semifinale, rispettivamente contro Bordeaux e Real Madrid, senza mai batterli e spuntandola solo grazie alla regola dei gol doppi in trasferta.

I belgi del Malines erano stati la rivelazione di quella stagione europea, proponendo un gioco, che univa l’ordine tattico tipico del calcio belga, con l’intraprendenza del calcio olandese, rappresentata da Erwin Koeman, Den Boer e Graeme Rutjes.
Guidato dall’olandese Aad De Mos, il Malines era riuscito a strappare la Coppa delle Coppe all’Ajax in finale. A Strasburgo, il tecnico dei belgi, che conosceva a perfezione i suoi ex allievi, aveva adottato ciniche contromisure, paralizzando a lungo la fantasia e lo slancio dei “lancieri”. A decidere la finale fu un gol di De Boer dopo otto minuti della ripresa. Solo nell’ultima mezz’ora, il Malines, sopraffatto dalla paura di vincere, rischiò di buttare via tutto, facendosi prendere d’assalto dagli avversari ridotti in dieci. Comunque, sia pure tra mille affanni, arrivò lo storico successo dei belgi.

Il PSV, dopo aver perso la Coppa Intercontinentale a Dicembre, dove stavolta i rigori gli si ritorsero contro, concesse il bis nella finale di Supercoppa. Il 1° Febbraio 1989 gli olandesi subirono un devastante 3-0, grazie a un uno-due micidiale di Bosman e De Wilde al 16’ e al 17’ del primo tempo. Fu ancora l’olandese (ex Ajax) a firmare il terzo gol al 50’, che affossava ulteriormente i Campioni d’Europa. Nel ritorno, il PSV non riuscì a ribaltare la situazione, gravemente compromessa: il gol di Gillhaus, preceduto dal rigore fallito da Ronald Koeman al 56’, arrivò troppo tardi per poter sperare ancora e servì solo a dare agli olandesi una platonica, quanto inutile vittoria. Il trionfo dei ragazzi terribili di De Mos fu totale: insieme alla Supercoppa, al termine della stagione arrivò anche uno storico e unico titolo di campione nazionale.



Foto Story

Il Mechelen ha superato il PSV nella finale di Supercoppa UEFA 1988


Condividi



Commenta