Supercoppa Europea 1980 - Valencia


Il Racconto


Seconda partecipazione consecutiva per il Forest, dopo il successo nella precedente edizione e la riconferma del titolo europeo nella finale di Madrid contro l’Amburgo. Una curiosità: il Nottingham Forest fu la prima squadra Europea ad aver giocato le sue due finali di Supercoppa nello stesso anno. Anche stavolta la sfidante fu un’altra spagnola, il Valencia, vincitore della Coppa delle Coppe, contro una inglese, l’Arsenal.

Ma ormai la squadra non era più la stessa e il Nottingham aveva già iniziato la parabola discendente del suo ciclo luminoso.
Stanco e logoro, il Forest era stato eliminato addirittura al primo turno della Coppa dei Campioni dai bulgari del CSKA Sofia, e in campionato le cose non andarono meglio: alla fine ci sarà solo un anonimo settimo posto a dieci punti dalla vetta. Anche le atre coppe riservarono solo delusioni agli “arcieri”: in Coppa Intercontinentale un Nottingham stanco e frastornato fu battuto 1-0 dal Nacional di Montevideo, mentre nella doppia sfida di Supercoppa contro il Valencia fu decisiva la regola dei gol, che in trasferta valgono doppio. Nella sfida del City Ground ,del 25 Novembre 1980 la doppietta di Ian Bowyer, al 57’ e allo scadere del match avevano ribaltato il vantaggio iniziale spagnolo ottenuto con Feldman all’inizio della ripresa, propiziando il 2-1 a favore degli inglesi. Gol prezioso per gli spagnoli, che li teneva in corsa in vista del ritorno, giocato in prossimità delle feste natalizie. Il 17 dicembre infatti, fu fatale agli inglesi un gol di Fernando Morena al 52’ e l’1-0 finale fu sufficiente al Valencia per portare a casa il Trofeo.

Si conclude così il ciclo vittorioso di una squadra,che da Cenerentola era diventata regina, conquistando nell’arco di tre anni un campionato inglese, due Coppe dei Campioni e una Supercoppa: l’unica squadra in Europa ad aver vinto più Coppe dei campioni, che titoli nazionali.



Foto Story

Il Valencia esulta per la conquista del trofeo


Condividi



Commenta