Mondiale Club 2008 - Manchester Utd


Il Racconto

E’ l’ultima edizione ospitata dal Giappone, infatti dal 2009 il trofeo si trasferirà negli Emirati Arabi Uniti.
Partecipano le sei vincitrici delle rispettive competizioni continentali, più la squadra campione nazionale del paese ospitante. Se una squadra del paese ospitante vince il proprio trofeo continentale, al posto dei campioni nazionali partecipa la finalista della competizione internazionale, visto il divieto di partecipazione per più squadre dello stesso paese. Questa evenienza si è verificata nella presente edizione: a vincere la AFC Champions League 2008 è stata la compagine giapponese del Gamba Osaka, perciò allo spareggio preliminare con la vincitrice della OFC Champions League hanno avuto accesso gli australiani dell'Adelaide United, anziché la squadra Campione del Giappone, ossia i Kashima Antlers.
I finalisti perdenti della Champions asiatica devono sfidare i rappresentanti dell'Oceania in un turno preliminare, la cui vincente si aggrega alle detentrici dei titoli di Africa, Asia e Centro-Nord America. Oltre la finale per il titolo si disputano gli incontri per il terzo e il quinto posto. Quest'ultima è stata reintrodotta dopo che nell'edizione precedente non si era giocata.
La finale mette ancora uno contro l’altra le rappresentative di Europa (Manchester Utd) e Sudamerica (LDU Quito).
Un gol di Wayne Rooney permette al Manchester United di conquistare il Mondiale per club e laurearsi campione del Mondo. L'1-0 finale ai danni degli ecuadoregni del Quito arriva dopo una gara giocata in inferiorità numerica per tutto il secondo tempo a causa dell'espulsione di Nemanja Vidic al 3' della ripresa. Come spesso accade in queste partite, la squadra più forte porta a casa il trofeo. Il Manchester domina il match fin dall'inizio e riesce a trovare il colpo vincente anche in inferiorità numerica. Cristiano Ronaldo e compagni subentrano pertanto al Milan che aveva vinto il titolo nella passata edizione. Al 10' è già Manchester-show. Rooney controlla di petto e conclude a rete ma il numero uno ecuadoregno si supera. Al 15' ancora Rooney riesce a girarsi per il tiro, ma Cevallos si salva in angolo. I Red Devils sono costantemente nella trequarti avversaria e solo l'imprecisione sotto porta permette al Quito di restare in partita. Al 17' Cristiano Ronaldo se na va in slalom e serve Tevez che manca clamorosamente la conclusione davanti al portiere. Al 19' Cristiano Ronaldo imbecca ancora l'Apache che di testa impegna severamente il portiere avversario. Al 21' ben lanciato sul fondo, Rooney tenta di superare Cevallos ma il pallone si alza sopra la traversa. E' un assedio. Il Quito dà segni di vita al 27' con una bella iniziativa di Bolanos che dopo essersi ben liberato va al tiro ma è troppo poco per questo Manchester. La partita perde di intensità con il passare dei minuti. Al 37' Park, servito da Rooney, conclude di potenza, ma Cevallos si esalta. Al 41' Rooney appoggia per Tevez sulla destra, l'argentino va al tiro ma il portiere non si lascia sorprendere. Il primo tempo si chiude a reti bianche nonostante il dominio del Manchester. Al 3' della ripresa il Manchester resta in 10 per l'espulsione di Vidic dopo una gomitata a Bieler. Ma è la squadra di Ferguson a passare in vantaggio. Al 28' Cristiano Ronaldo elude la difesa avversaria, serve Rooney sulla sinistra che con un gran tiro infila il portiere avversario sul palo opposto.
Terzo posto per i giapponesi del Gamba Osaka che hanno sconfitto 1-0 i messicani del Pachuca grazie a una rete di Masato Yamaguchi al 29' del primo tempo.




Tutti i risultati



Le statistiche del torneo



Foto Story

Festeggiamenti in corso...


Condividi



Commenta