Mondiale Club 2006 - Internacional


Il Racconto

Nell'Edizione 2006 partecipano Barcellona (Spagna), Internacional (Brasile), América (Messico), Al-Ahly (Egitto), Jeonbuk Motors (Corea del Sud) e Auckland City (Nuova Zelanda).
Dopo le scontate semifinali, a Yokohama si fronteggiano per il titolo Barcellona e Internacional. Il titolo del Mondiale per Club resta in Brasile. Dopo il successo del San Paolo nel 2005 arriva infatti la vittoria dell'Internacional di mister Braga: i colori verde oro quindi brillano per la 3° volta nell'albo d'oro della competizione, se si considera anche il successo del Corinthians del 2000.
Allo Yokohama International Stadium, per l'epilogo del FIFA Club World Cup, ci si aspettava forse un copione differente. Al Barcellona di Frank Rijkaard infatti, dato per vincente fin dalla vigilia, sembrava proprio calzare a pennello il trofeo, l'unico ancora assente nella bacheca blaugrana. Ronaldinho, uomo simbolo della formazione catalana, aveva dichiarato che "il Barca ha tutti i requisiti giusti per entrare nella storia". Invece qualcosa non è andato per il verso giusto. Non sono bastate la grinta e la determinazione mostrata dalla formazione spagnola fin dalle prime battute dell'incontro per salire sul tetto del Mondo.
L'Internacional infatti, ben messo in campo e attento soprattutto in chiave difensiva, mette in difficoltà e non poco gli avversari. L'unico brivido per i brasiliani arriva al 20': Clemer, su due tiri consecutivi, rispettivamente di Ronaldinho e Deco non si fa però trovare impreparato. Il nervosismo e la tensione in campo non lasciano spazio ad azioni interessanti fino all'inizio della ripresa, quando due tecnici, forse per animare un po' la gara forse per correre ai ripari visto lo scorrere del cronometro, cambiano qualche pedina in campo. Braga deve rinunciare all'uomo forse più importante: Fernandao infatti, complici crampi alla gamba destra, chiede di essere sostituito. Al suo posto entra Adriano che impiega appena una manciata di minuti per dimostrare alla propria panchina di potere rimpiazzare benissimo il proprio compagno. Su un gioiello di assist dalla destra di Iarley infatti proprio il neo-entrato trova il piatto vincente per beffare Valdes.
Per i blaugrana, e non solo, è il gelo. Accade quello che forse nessuno poteva immaginare. Il Barca soffre: Deco e Ronaldinho provano a riequilibrare un risultato divenuto improvvisamente pesante. Ma né il destro tagliato del primo, né la punizione potente del secondo riescono a trovare il varco giusto. Arriva il 90' e con lui anche la vittoria dell'Internacional. Per i campioni d'Europa arriva invece un'altra amara sconfitta, proprio come nel '92 al Dream team di Cruyff.




Tutti i risultati



Le statistiche del torneo



Foto Story

Festeggiamenti in corso...


Condividi



Commenta